PIANTE OFFICINALI

 

elenco piante officinalì

20150920_164545 riportato da vecchie ricerche on-line naturalmente di queste piante ne conosco alcune.                                                           Gennaio Bergamotto
Febbraio
Abete bianco, Abete rosso, Cipollaccio col fiocco, Cipresso, Favagello
Marzo
Asparago, Barba di becco, Borsa di pastore, Bosso, Cappero, Enula campana, Erica carnicina,
Faggio Felce florida, Fumaria, Genziana, Lichene pulmonario, Margheritina, Nocciolo,Olivo, Olmo,[banner]
Pesco, Pino silvestre, Pippo, Prugno, Quercia, Salice rosso, Sanguinello, Serenella, Viola mammola.
Aprile 20151002_095804
Acero, Agrifoglio, Alliaria, Betonica, Betulla, Biancospino, Billeri, Calamo aromatico,Calendula,
Carciofo, Castagno, Castagno d’india, Centocchio, Crescione, Efedra, Favagello, Fico d’india, Fitolacca, Fragola,Frangola, Frassino Gramigna rossa, Imperatoria, Lapazio, Larice, Ligustro, Lentisco, Manna, Mentastro, Noce, Ontano,Ortica, Primavera, Prugno spinoso, Rovo, Salice bianco, Tamerici, Tarassaco, Tiglio semplice, Valeriana, Viola del pensiero.
Maggio

Acetosa, Acetosella, Aglio orsino, Altea, Arancio amaro, Asperula, Bagolaro, Bocca di lupo, Bugula,
Camomilla, Ciliegio, Cineraria, Cino glosso, Cinquefoglio, Edera terrestre, Erba roberta, Erba ruggine, Farfaraccio,Fico, Finocchio marino, Fiordaliso, Calega, Malvone, Mestolaccia, Morine, Podagraria, Prezzemolo, Pulmonaria, Quercia marina,Rosa canina,Rosa rossa, Rosolaccio, Sanbuco, Sanicula, Sedano montano, Senecione, Serenella, Trifoglio fibrino.

Giugno
perapirajnaAgrimonia, Amarena, Amorino, Avena, Balsamina, Bocca di leone, Borragine, Camedrio, Canepizio, Caprifoglio, Cardiaca, Cardobenedetto, Centinodio, Cicutaria, Cimbalaria, Coclearia, Consolida maggiore, Crespino, Cuscuta, Dragoncello, Ebbio, Echio, Erisimo,Eucalipto, Eupatorio, Fico d’india, Fragola, Giglio bianco, Ginestrino, Lampone, Ligustro, Malva comune,Malva silvestre, Margherita,Millefoglio, Mirtillo, Mirto, Nepetella, Ortica bianca, Parietaria, Pervinca, Pesco, Pilosella, Pulegio, Risetto,Rosmarino, Ruta, Salcerella,Salvia, Serpillo, Timo, Verbasco, Veronica, Vulneraria.

Luglio 20150810_103433
Achillea moscata, Alchemilla, Alloro, Anagallide, Arancio dolce, Argentina, Arnica, Artemisia, Assenzio, Ballotta, Bardana,basilico, Betonica, Bistorta, Canapa selvatica, Capelvenere, Carciofo, Cardo mariano,Carota, Cataria, Centaurea minore, Cetriolo,Cicoria, Coda cavallina, Corbezzolo, Corniolo, Cotogno, Cumino dei prati, Dittamo, Edera, Elicriso,Eliotropio, Erba vescica, Erigero,Eufrasia, Farfara, Fieno marrubio, Meliloto,Melissa, Menta acquatica, Menta piperita, Mentastro, Mentone, Mugo, Origano, Pastinaca, Piede di gatto, Pampinella, Pologala, Porcellana, Prunella, Rapunzia, Riebes nero, Ribes rosso, Salvia sclarea, santolina, Semprevivo, Senape bianca, Tiglio semplice, Tiglio doppio, Verbena.
Agosto
Aglio, Anice verde, Brugo, Caglio, Carrubo, Cipolla, Coriandolo, Epilobio, Erniaria,Fagiolo, Finocchio,20150630_142137

Finocchio marino, Fitolacca, Giaggiolo, Girasole, Iride germanica, Lampone, Licopodio, Linaiola, Lino, Luppolo, Maggiorana, Melanzana, Mirtillo, Nocciolo, Noce, Olivella, Olmaria, Peperoncino, Piantaggine, Polipodio, Prezzemolo, Prugno, Psilio, Ronice, Rosolida, Santoregia, Sedano, Serenella, Spincervino, Tormentilla, Uva ursina, Verga d’oro, Vite, Vulvaria.

20151101_084150Settembre

Aneto, Angelica, Angelica selvatica, Arnica, Barba di becco, Bistorta, Calamo aromatico, Calcatreppolo, Calendula, Canna,
canna di palude, Cappero, Cardo dei lanaioli, Cariofillata, Castagno d’india, Cedrina, Cicoria, Cinquefoglio, Dittamo, Giglio bianco, Ginepro rosso, Nigella, Ononide, Ortica, Peucedano, Pungitopo, Quercia, Rosa canina, Rovo, Salcerella, Sanicula, Sorbo rosso, Tamerici,
Tarassaco, Valeriana, Zucca.
Ottobre
Acetosa, Ailanto, Antea, Asfodelo, Asparago, Bardana, Borsa di pastore, Carlina, Carota,
Consoplida maggiore, Corniolo, Cotogno, Crespino, Ebbio, Enula campana, Erba ruggine, Eupatorio,
Felce maschio, Genziana, Ginepro, Giuggiolo, Imperatoria, Lapazio, Limone, Lingua di cane, Liquirizia,
Malva silvestre, Ninfea, Pioppo, Podagraria, Primavera, Prugno spinoso, Rabarbaro alpino, Rapunzia, Sedano montano,
Sigillo di Salomone, Sorbo, Tamaro, Valeriana rossa, Vulneraria, Zafferano.
Novembre
Agrifoglio, 20150622_165400Alloro, Felce florida, Finocchio, Frangola,

Arancio amaro, Arancio dolce.
Nota: le notizie riportate in questa pagina
hanno scopo esclusivamente informativo 20150630_142130

virtù benefiche e sapore forte e deciso

, molto apprezzato nella cucina mediterranea in generale  in quella dell’Italia

,in un antica credenza ,si sosteneva che cucinando i funghi bisognava mettere

l’aglio come indicatore, se l’aglio resta bianco i funghi erano buoni mentre se si annerisce  i funghi erano velenosi …..tutto falso pare che non è affatto vero. oggi  abbiamo raccolto l’aglio ( amu cavatu lagjnu) in queste ultime giornate calde l’aglio ha raggiunto la piena maturazione .ingrediente indispensabile in molti piatti della cucina tradizionale: dai famosissimi spaghetti aglio, olio e peperoncino, ai tipici pesto alla genovese e alla trapanese.noi ne coltiviamo l’indispensabile per il fabbisogno famigliare e per pochi fedelissimi conoscitori dei nostri prodotti , i bulbi da sementa vengono conservati annualmente per la prossima stagione ,sicuramente non è geneticamente modificato.raccolta aglio 17 foto l’aglio raccolto viene intrecciato ,per una buana conservazione . (jette d’aglio)L’epoca della semina va da ottobre a gennaio. a novembre ho già piantato la magiorparte dell’aglio che produco ,
mentre ieri ho piantato gli ultimi bulbini che mi erano rimasti,in un solo solco bello lungo.
20160202_154059
Allium sativum, appartenente alla famiglia delle Liliaceae) 20150908_171844
Indispensabile per dare sapore in cucina e raccomandato perché amico della nostra salute
E’ una pianta molto rustica che si può coltivare in qualsiasi terreno, purché non troppo umido e compatto.
Per avere un regolare accrescimento dai bulbi ed evitare marciumi, malformazioni e lesioni al momento della raccolta,
è indispensabile una buona sofficità del terreno.
Per la sua coltivazione si utilizzano gli stessi spicchi (bulbilli) impiegati in cucina,Preparazione del terreno con una buona lavorazione a 10-20 cm di profondità, si affina il terreno con una vigorosa rastrellatura Prepara dei fori nel terreno distanti almeno 15 cm l’uno dall’altro, per farli puoi usare un trapiantatoio o un picchetto.

20150908_184824 Il bulbo dell’aglio è formato da spicchi chiamati bulbilli: dividili e se puoi usa per seminare quelli esterni, più grandi e di forma arcuata, sono anche quelli più sani e più forti. Interra il bulbillo con la punta rivolta verso l’alto a una profondità di circa 3 cm, in modo che affiori in superficie per 2-3 millimetri.

 

La varietà più facile da coltivare è sicuramente l’aglio bianco,
L’iniziativa proposta può essere inquadrata tra quelle tendenti alla valorizzazione di alcuni prodotti alimentari tipici locali,

20160104_085748e servizi VARI di fruizione turistica nel territorio del parco nazionale della sila per i turisti ,e servizidi pulizia pittura muratura raccolta frutti servizi alla portata di uno o due operai con poche attrezzature specifiche.

Mestolaccia, Nespolo, Olmo.
Dicembre

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...