castagne di longobucco

Castagne: Tra passione e dedizione.

Da un po’ di tempo coltivo un castagneto di circa 0,49Ha contenente

* 50 piante adulte

* 30 giovani di dieci anni

* Altre più giovani

Ho cercato di mantenere alta la qualità del castagneto, ripopolandolo di tanto in tanto con piante autoctone.

CLASSIFICAZIONE ***Nella nostra zona esistono tre tipi di categorie per le castagne.

RIGGIOLA: La più pregiata, di pulitura immediata in quanto, le due bucce vengono via quasi in contemporanea.

NZERTA: Castagna domestica, di ottima qualità e di facile pulitura.

CURCIA: Selvatica, minuta e perciò difficile da sbucciare ma squisita se bollita.

DIVERSITA’***Ovviamente ogni singola categoria può variare a secondo della pianta che fruttifica, mutandosi di poco nello specifico per quanto concerne dimensione,colore e sapore, resta invece invariata la difficoltà di pulitura.

Va da se che la diversità di qualità è dovuta anche alla collocazione nel terreno delle piante, variando in piante poste in una zona collinare ed altre situate nelle zone inclinate e quindi meno fertili, o quanto meno, più rocciose.

Tutte queste variazioni sono in realtà molto aleatorie, in quanto spesso si possono ottenere castagne CURCIE molto simili a castagne NZERTE.

MISURE PER LA VENDITA***Per vendere questo magnifico frutto è uso da noi adoperare un metodo di misurazione rimasto, per tradizione, invariato nel tempo.

TUMINO – Dall’Arabo THUMMUL/TOMOLO: 40Kg circa

MENZUDDU — ½ di TOMOLO: 20Kg circa

QUARTU — ¼ di TOMOLO: 10Kg circa

STUPPIEDDU —- 1/8 di TOMOLO: 5Kg circa

MIENZUSTUPPIEDDU —– 1/16 di TOMOLO: 2,5Kg circa

CURIOSITA’***La natura esigua delle ultime due misure creò i seguenti modi di dire.

STUPPIEDDU* Chi cazzata camu abbuscatu: e quattru tuminate n’amu ricuatu na stuppeddata -Perdita in affari

MIENZUSTUPPIEDDU* U’nnè mancu na menza stuppeddata e carna e ‘bbà truvannu e parrare! –

Tanto piccolo e pretende di avere ragione

UTILIZZI E RICETTE***Castagne cotte al rum.

-Si opera prima una selezione delle castagne-

-Poi la castagna deve subire una breve essiccazione (Di solito a terra circa sette/otto giorni in luogo asciutto)

-Vengono poi bollite con tutta la buccia –

-Infine sbucciate (una volta fredde) messe nei vasetti e riempite di rum-.

Caldarroste -Si opera prima una selezione delle castagne-

– Dopo aver subito una breve essiccazione vengono cotte in una padella Bucata sul fuoco che noi chiamiamo “ruseddara”, ovviamente senza togliere la buccia –

– Sbucciate infine –

* si può sempre sistemare nei vasetti pieni di rum, otterremo così le Caldarroste al Rum.

Castagne cotte al forno.

– Creare una treccia legando le castagne tra loro con un ago infilato di cotone bianco giusto sotto la punta delle stesse –

– Infornare per circa ¾ di ora (provare comunque di tanto in tanto per testarne la cottura) –

articolo revisionato da ……………..Fratemao……………

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...