Orto WordPress

reggiolapngtestatala finestra nel web di orto WordPress su blogobucco .

per coltivare un prodotto agricolo multimediale,agricoltura e web,l’orto su wordpress,
SEF56orto
wordpress vuole essere il volano per le aziende agricole locali,ed altre attività commerciali che rispettano
il pensiero dell’eventuale associazione no profit orto wordpress ,
per far conoscere i propri prodotti ,Rivalutare l’economia locale favorendo
l’occupazione in ambito agricolo, turistico, artigianale e commerciale. Promuovere la solidarietà contadina e comunitaria e valorizzare
le buone pratiche di inclusione sociale.

sfondoIntegrare il percorso produttivo agricolo con l’offerta di servizi culturali, turistici, educativi, formativi, occupazionali,tramite
il content management system (CMS) WordPress ……Post,testi multimediali foto prodoti/servizi.
WordPress è una piattaforma software di “personal publishing”
e content management system (CMS), sviluppata in PHP e che usa come database MySQL.
Consente la creazione di un sito internet formato da contenuti testuali o multimediali,IMG_20160806_104551
facilmente gestibili ed aggiornabili. Creata da Matt Mullenweg, è distribuita con la licenza GNU General Public License.
apriamo una finestra dimostrativa
di ciò che stiamo coltivando,si al momento coltiviamo solo parole qualche immagine,post slide show niente che si mangia!
un discorso da approfondire in seguito , la finestra affaccia nel’orto wordpress è un portale agricolo per gli agricoltori e cultori del nostri IMG_20160806_092926luoghi ma anche per eventuali clienti(soci).

ora …orto worpress……..l’orto nel web.LA REGGIOLA
è un blog d’informazione locale. Viene aggiornato senza alcuna periodicità o frequenza stabilita.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.IMG_20160806_104601

I CONTENUTI   Tutti gli articoli del blog di Longobucco sono scritti dalla Redazione, tranne quelli dove viene espressamente indicato il nome dell’autore.Il contenuto degli articoli rappresenta il punto di vista di ciascun autore.Tutti i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutte le foto presenti su blog di longobucco sono scattate dalla IMG_20160803_171907Redazione o tratte dal Web,o dal blog  blogobucco

I commenti rappresentano esclusivamente il punto di vista del loro autore. La Redazione si riserva la facoltà di rimuovere,
a suo insindacabile giudizio, qualsiasi commento che:

sia illecito, diffamatorio, razzista o calunnioso;
istighi all’odio o alla violenza;
che sia lesivo nei confronti di persone,istituzioni o religioni;
sia lesivo della privacy altrui;IMG_20160803_074901
possa arrecare danno a minori di età;
sia lesivo nei confronti di marchi, brevetti e contenuti protetti da copyright;
contenga dati personali di terzi;utilizzi impropriamente il mezzo per promuovere attività commerciali.

Da un po’ di tempo coltivo un castagneto di circa 0,49Ha contenente

  • 50 piante adulte20160714_190731

  • 30 giovani di dieci anni

  • Altre più giovani

Ho cercato di mantenere alta la qualità del castagneto, ripopolandolo di tanto in tanto con piante autoctone.

CLASSIFICAZIONE ***Nella nostra zona esistono tre tipi di categorie per le castagne.GURGA 2016

RIGGIOLA: La più pregiata, di pulitura immediata in quanto, le due bucce vengono via quasi in contemporanea.

NZERTA: Castagna domestica, di ottima qualità e di facile pulitura.

CURCIA: Selvatica, minuta e perciò difficile da sbucciare ma squisita se bollita.

20160714_070140DIVERSITA’***Ovviamente ogni singola categoria può variare a secondo della pianta che fruttifica, mutandosi di poco nello specifico per quanto concerne dimensione,colore e sapore, resta invece invariata la difficoltà di pulitura.

Va da se che la diversità di qualità è dovuta anche alla collocazione nel terreno delle piante, variando in piante poste in una zona collinare ed altre situate nelle zone inclinate e quindi meno fertili, o quanto meno, più rocciose.

Tutte queste variazioni sono in realtà molto aleatorie, in quanto spesso si possono ottenere castagne CURCIE molto simili a castagne NZERTE.

MISURE PER LA VENDITA***Per vendere questo magnifico frutto è uso da noi adoperare un metodo di misurazione rimasto, per tradizione, invariato nel tempo.

TUMINO – Dall’Arabo THUMMUL/TOMOLO: 40Kg circa20160714_064648-1

MENZUDDU — ½ di TOMOLO: 20Kg circa

QUARTU — ¼ di TOMOLO: 10Kg circa

STUPPIEDDU —- 1/8 di TOMOLO: 5Kg circa

MIENZUSTUPPIEDDU —– 1/16 di TOMOLO: 2,5Kg circa

20160714_065906CURIOSITA’***La natura esigua delle ultime due misure creò i seguenti modi di dire.

STUPPIEDDU* Chi cazzata camu abbuscatu: e quattru tuminate n’amu ricuatu na stuppeddata -Perdita in affari

MIENZUSTUPPIEDDU* U’nnè mancu na menza stuppeddata e carna e ‘bbà truvannu e parrare! –cropped-reggiolapngtestata1.png

Tanto piccolo e pretende di avere ragione

UTILIZZI E RICETTE***Castagne cotte al rum.

-Si opera prima una selezione delle castagne-

-Poi la castagna deve subire una breve essiccazione (Di solito a terra circa sette/otto giorni in luogo asciutto)

-Vengono poi bollite con tutta la buccia –cropped-cropped-img_20160803_171907.jpg

-Infine sbucciate (una volta fredde) messe nei vasetti e riempite di rum-.

Caldarroste -Si opera prima una selezione delle castagne-NSERTE GIOVANIPULITE

– Dopo aver subito una breve essiccazione vengono cotte in una padella Bucata sul fuoco che noi chiamiamo “ruseddara”, ovviamente senza togliere la buccia –

– Sbucciate infine –

  • si può sempre sistemare nei vasetti pieni di rum, otterremo così le Caldarroste al Rum.

Castagne cotte al forno.

– Creare una treccia legando le castagne tra loro con un ago infilato di cotone bianco giusto sotto la punta delle stesse –

CURCIA– Infornare per circa ¾ di ora (provare comunque di tanto in tanto per testarne la cottura) –titolare dell’azienda agricola multimediale coltiviamo cavoli sul web,zizzania,e vento .

una coltivazione intensiva di spazzatura mediatica.

sul web la produzione è effettuata  naturalmente media ticamente  ,in prima persona.come ho già scritto nei post precedente a questo ……20160713_132847-1

…………cerco di recuperare le foto che mi piacciono ,dal vecchio ormai scaduto blog

La Reggiola
E LE SUa nuova missione…

mille prodotti e servizi esclusivamente tutto a nero 

vige la legge dell’incertezza sia sui prodotti agricoli ,sia sui vari servizi offerti

REGCOM nessuna AZIENDA  !

nessun prodotto agricolo ,ha mercato solo qualcosa particolare di nicchia ,come le amarene ,noci ,castagne , ma ne vale la pena?sarà ?? una lacrima al vento agricoltura,montagna,cultura,colture,

tradizioni,   usi, constume,  longobucco,

servizi,prodotti,artiggianato,trekking,prodotti/servizi esclusivi,pupulo,tessitura,trionto,campanaro,origano, usi,cultura,tradizioni,longobucco,paese della calabria,sila, parco nazionale della sila Trucchi, segreti, consigli suggerimenti, e astuzie. ricette della mamma 20160710_171829

agricoli (essiccato o a lunga conservazione)

Aromi ,spezie piante officinali,piante spontanee

prodotti tipici del parco nazionale della sila Origano sbriciolato sommità fiorite 20g ,Origano in orcioletto, Piante ornamentale origano ,funghi essiccati, peperoncino essiccato in polvere, peperoncino essiccato intero Origano sbriciolato 80% foglie 200g Origano sbriciolato 80% foglie 400g ,anice verde semi,finocchietto 25g ,timo ,salvia, rosmarino, alloro castagne cotte al forno ,fichi essiccati 20160710_071536vasetti peperoncino sottolio (prodotti tipici locali) Escursione guidata in azienda Visite guidata nel centro urbano di longobucco   Escursioni naturalistica ambientale Escursione guidata in azienda – con colazione e pranzo-( le vie delle miniere percorso naturalistico attrezzato dalla comunità montana locale

prodotti tipici locali

per spellare le castagne Il metodo più veloce per cucinarle è semplicemente quello di farle bollire in acqua salata.IMG-20160708-WA0003

Per sbucciarle più facilmente, basta aggiungere all’acqua di cottura un cucchiaio di olio20160615_091441 di oliva. Appena cotte, quando sono ancora calde, sarà molto più facile e veloce privarle della loro buccia. CASTAGNE vecchie o fresche Immergere per alcune ore le castagne nell’acqua,quelle che tornano in superficie, non sono buone 20160622_162358CASTAGNE al forno Le castagne arrostite al forno tendono ad asciugarsi un po’ troppo rispetto a quelle sul fuoco diretto, per limitare questo problema basta usare una20160622_142014 temperatura di 220 gradi per 15-25 minuti a seconda della dimensione della castagna. Le castagne arrosto vanno incise prima della cottura con un taglio poco profondo, di 2-3 cm di lunghezza.  vasetti peperoncino sottolio, vasetti marmellate di frutti , castagne cotte al rum , castagne infornate al rum. castagne (caldarroste –ruselle ) al rum piante ornamentale origano pianta ornamentale artigianato Cesta di legno di castagno (panaro)con i prodotti cropped-cropped-20160718_162646.jpgdell’azienda oggettistica/arredo con legno di potarura Artigianato locale ceste(sporte) tipici; Escursione guidata in sila per 20160703_092619raccolta funghi Escursioni rivolte alla conoscenza e alla raccolta delle piante officinali locali (origano,rovo,rosa canina,nepetella,sambuco,ecc.) Escursioneguidata nel parco nazionale    della sila per raccolta funghi    Escursione guidata inazienda per raccolta castagne

,ciliegie,amarene noci orticole e frutti ,.Escursione naturalistica a
reggiolacommbientale lungo il fiume
trionto, Escursione guidate allevie   .  Visita guidata nel centro urbano di longobucco (vicoli,chiese,artigianato locale, prodottiProdotti agricoli (essiccato o a lunga conservazione) Aromi ,spezie FAGIOLI ESSICCATI uva (vino) NOCE CASTAGNE AMARENA Origano a mazzetti funghi essiccati peperoncino essiccato in polvere peperoncino essiccato Origano sbriciolato

bustina 80% foglie 200g Origano sbriciolato bustina 80% foglie 400g anice verde semi 25g bustina finocchietto semi 25g bustina Origano sbriciolato ACERO BIANCObustina sommità fiorite 20g Origano sbriciolato bustina sommità fiorite 50g Origano in orcioletto peperoncino essiccato intero prodotti tipici locali piante ornamentale 20160610_101343servizi/imbiancaggio,muratura,decorazioni,tinte/techniche innovative con prodotti naturalmente concordati con voi Prodotti agricoli fresco CIPOLLA AGLIO POMODOROFAGIOLINI PATATE LATtUGa RAPA Fava da orto uva (vino) Zucche fiori di zucca zucchine spinaci fragole prezzemolo Peperone fresco Peperoncini CAVOLO CAPPUCCIOCAVOLO BROCCOLI,CAVOL FIORI CASTAGNE NOCE SUSINE CILIEGIA AMARENA MELe pesche,virdacchie,prugne tutte le orticole coltivate per il fabisogno famigliare Piante ornamentale origano pungitopo,muschio, origano pianta ornamentale timo rosmarino alloro castagne cotte al forno fichi essiccati vasetti peperoncino sottolio  arredo naturaPenSieri,parole ,Immagini rural-life Calabriaroma webfaktory  Servizi di cura degli animali
dog-sitter Servizi di cura degli animali da compagnia 20160609_163421-1

 

Tinteggiatura Altri lavori di completamento efinitura degli edifici
Altri lavori di completamento e Pulitura degli edifici

 , ArredonaturA 

bdcd

Presentazione e scopi del progetto

L’iniziativa proposta può essere inquadrata tra quelle tendenti alla valorizzazione di alcuni prodotti alimentari tipici locali,e servizi VARI di fruizione turistica nel territorio del parco nazionale della sila per i turisti ,e servizidi pulizia pittura muratura raccolta frutti servizi alla portata di uno o due operai con poche attrezzature specifiche.Coltivazione di piante officinali per uso aroma alimentare, e ornamentale,Coltivazioni orticole e alberi da frutto,Miglioramento idrogeologico,Fruizione Turistica. Specie orticole aromatiche e arboree scelte           .                      

20160110_090637 Perché l’origano   Affinché il  terreno abbia un buon riassetto idrogeologico la pianta da riprodurre (anche come ornamentale) si vuole riprodurre un ecotipo locale spontaneo delle montagne di Longobucco (parco nazionale della sila) L’origano Heracleoticum L.(origano a fiori bianchi) .

PIC_0521coltivazione dell’origanun heracleoticum.                   descrizione pianta Labiata erbacea perenne cespitosa con fusto (50cm)eretto, legnoso e rossastro ,le foglie opposte , di forma ovale colorazione differenti sulle due pagine i fiori bianchi compaiono in estate . di facile coltivazione, data la sua rusticità sono pressoché inesistenti i problemi di trapianto , esercita una buona  conservazione ambientale antierosiva  dovuta dal suo apparato radicale e una buona copertura del terreno esercitata dalle parti epigee. terrenoTutti i terreni, ma predilige  quelli leggeri ben esposti vive prevalentemente in aree montagnose  con altitudini  variabili da 0a 1400m,s.l.m. predilige suoli calcarei, pendii sassosi, zone rocciose, luoghi solatei siccitosi le montagne aspre e riarse dal sole .20160529_094525

la semina La propagazione della pianta può essere effettuata o con seme o per divisione di cespi ,quindi l’impianto può essere effettuato o in autunno per divisione di cespi oppure in primavera con il trapianto delle piantine derivate dalla semina in semenzaio a Gennaio.Nel mio caso si vuole riprodurre un ecotipo locale spontaneo delle montagne di Longobucco (parco nazionale della sila),per divisione dei cespi e quindi l’impianto è primaverile, i cespi ottenuti dalla pianta madre verranno trapiantati a primavera cosi non avendo subito gli stress delle alte temperature e l’elevata insolazioni estive  sono più forti, la
ARATURALIVELLAREcondizione d’impianto migliore è a fila continua(100x25cm) in questo modo  già dal primo anno si ha la chiusura della fila creando una vera siepe che permette una buona la lavorazione sull’infestanti dell’interfila.concimazioneL’origano per le sue doti di rusticità può essere coltivato con metodi biologico  quindi solo una concimazione di letame caprino alla lavorazione del terreno.20160519_110530reperimento pianti madreprima dell’epoca di fioritura dell’origano “marzo-maggio” ho prelevato diverse piante di origano spontaneo in date e luoghi diverse .LegislazioneCarta d’ autorizzazione rilasciata dal comune di Longobucco in data 6/07/2000 ai sensi della legge 6/01/1931 n.99 Capo I;per la raccolta del seme dell’origano  e la coltivazione. Nell’elenco (esemplificato)di piante medicinali aromatiche e da profumo vendibili anche fuori di farmacia M1(allegato B circ. n.1/81) è menzionata l’origano  in quanto non essendo considerata come una pianta strettamente officinale, ma vista    la sua prevalente destinazione culinaria può essere considerata più un orticola ARAAquindi vendibile come tale. Piante madriLa  particella 36,di 00.16.50 Ha,destinata da sempre come orto familiare,ospita già da circa 3,o,4 anni pianti madre da quale estirpare i cespi per formare l’impianto di origano.ImpiantoLa particella  particella 183,seminativo di 00.28.70Ha, incolte da oltre 30 anni, senza recinzione momentaneamente destinate a pascolo, ospiterà l’impianto . lavori da effettuare aratura20-30cm–decespugliazione–depietrizazione–recinzione–concimazione di fondo coltivazioni già esistenti nel fondo                 specie arboreeIl fondo essendo in coltivazione da più di un secolo con metodi tradizionali raggruppa diverse varietà d’ alberi da frutto:

FICO-FICUS CARICA-20150911_065815CASTAGNE -CASTANEA SATIVA-NOCE -JUGLAS REGIA-MANDORLE – PRUNUS AMIGDALIS-MELOGRANO – PUNICA GRANATUM-MELO – MALUS COMUNIS- PERO – PIRUS COMUNIS-GELSO NERO –MORUS NIGRA-PANORAMA7PESCHE –PRUNUS PERSICA-SUSINE –PRUMUS DOMESTICA-NOCCIOLA –CORILUS AVELLANA-SORBO –SORBUS DOMESTICA-CILIEGIA – PRUMUS AVIUM-AMARENA –PRUNUS CERASIFERA-KAKI –DIOSPYROS-.orticole Le orticole  che annualmente vengonoPANORAMA4
coltivate sono:CIPOLLA –ALLIUM CEPA-AGLIO -–ALLIUM SATIVA-POMODORO –PANORAMA5SCRITTELICOPERSICUM ESCULETICUM SOLANUM-MELANZANE –SOLANUM MELONGENA-ZUCCHINE – CUCURBITA PEPO-ZUCCA –CUCURBITA MAXMA CETRIOLI – CUCUMIS SATIVA-CAROTA –DACUS CAROTA-FAVA –VICIA FABA-RUCOLA –ERUCA SATIVA-FAGIOLI –PHASEOLUS MULTIFLORIS-PRIMIZIEFAGIOLINI –ARA36PHASEOLUS VULGARIS-SPINACI – SPINACIA OLERACEA-PEPERONI ,PEPERONCINO –CAPSUCUM ANNUUM-FRAGOLA –FRANGARIA VESCA-PISELLI –PISUM SATIVA-PATATE –SOLANUM TUBEROSA-CAVOLO CAPPUCCIO,CAVOLO BROCCOLI,CAVOLFIORI –BRASSICA OLERACEA—RAPA –BRASSICA CAMPESTRIS-LATTUGA – LACTUGA SATIVA-UVA –VITIS VINIFERA-La quantità è direttamente proporzionale alla disponibilità idriche. piante 20160506_165403-1spontanee .Le piante spontanee reperibili nel fondo e nei dintorni sono:TARASSACO –TARASSACUM OFFICINALIS-VITALBA – VITALBA CLEMATIS-ROVO –RUBUS ULMIFOLIUSTimo

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...